Proteggere il clima

In Svizzera gli edifici sono responsabili del 40 per cento del consumo di energia e di circa un terzo delle emissioni di CO2. Gran parte degli edifici in Svizzera ha più di 40 anni. In altre parole, oltre un milione di case non sono coibentate o lo sono solo in parte, e di conseguenza hanno urgente bisogno di essere risanate dal punto di vista energetico. Anche perché due terzi degli edifici oggi vengono ancora riscaldati con combustibili fossili o energia elettrica.

Un rinnovamento può fare molto per migliorare la situazione. In alcuni edifici il fabbisogno di calore può essere ridotto di più della metà grazie a una migliore coibentazione. E passando da un sistema di riscaldamento a combustibile fossile a uno a energia rinnovabile, le emissioni di CO2 possono essere abbattute quasi a zero. Tuttavia, c'è un ritardo nella ristrutturazione in Svizzera. Solo una casa su cento viene ristrutturata per l'efficienza energetica ogni anno - dovrebbero essere almeno tre!

I rinnovi energetici sono importanti: perché la Svizzera è in ritardo rispetto agli obiettivi autoimposti dalla politica climatica.

Secondo l’Accordo di Parigi sul clima, entro il 2030 le emissioni di CO2 dovrebbero essere dimezzate rispetto al valore del 1990. Ma finora le emissioni non diminuiscono in misura sufficiente. Un grande contributo per raggiungere gli obiettivi climatici potrebbe e dovrebbe essere dato dal settore degli edifici, che rilascia in atmosfera circa un terzo dei gas serra. Da poco meno di 17 milioni di tonnellate di equivalenti di CO2 nel 1990, le emissioni di gas a effetto serra sono effettivamente scese a circa 11 milioni di tonnellate nel 2018, nonostante l’aumento della popolazione e della superficie di riferimento energetico. Questo valore, tuttavia, è da considerare con beneficio d’inventario perché le emissioni dipendono da quanto freddo o mite è l’inverno, ossia da quanto si deve ricorrere al riscaldamento.

Il Programma Edifici ci dà una mano

Grazie al Programma Edifici, tra il 2010 e il 2019 è stato possibile evitare oltre 13 milioni di tonnellate di CO2 e risparmiare quasi 55 miliardi di kWh d’energia durante l’intero ciclo di vita degli interventi promossi. Nell’ambito del Programma Edifici, dal 2010 al 2019, sono stati stanziati circa 2 miliardi di franchi di incentivi: la maggior parte di cui per la coibentazione termica di singoli elementi costruttivi (50%) e per il risanamento di sistemi (20%).

E investire in misure volte al risparmio di energia conviene non solo per l’ambiente, ma anche per tutti i proprietari immobiliari: i contributi di promozione della Confederazione possono ammontare fino al 15 per cento dell’investimento. Inoltre, è possibile risparmiare ogni anno fino a 2000 franchi sulle spese di riscaldamento.

Eseguendo un risanamento energetico darai un importante contributo alla protezione del clima senza rinunce. I tuoi vantaggi:

✓ Risparmierai energia e denaro.

✓ Otterrai una maggiore qualità di vita.

✓ Godrai di un maggiore comfort abitativo.

✓ Conserverai o aumenterai il valore del tuo immobile.

✓ Risparmierai CO2

Sì, voglio risanare la mia casa e proteggere il clima